Domande frequenti

Domande frequenti e curiosità

Ho raccolto in questa pagina alcune delle domande che spesso mi sono sentita rivolgere.

Se ti rimangono dubbi e desideri ulteriori chiarimenti ecco i miei contatti:

Telefono: 3357533979

E-mail: tatiana.sieve@gmail.com

Domande frequenti - Dr.ssa Tatiana Sieve - psicologa psicoterapeuta

Perché richiedere un primo colloquio di consulenza?

Il primo colloquio è finalizzato alla comprensione e contestualizzazione del disagio o delle problematiche della persona e la orienta verso eventuali strategie di risoluzione e trattamento.

La consulenza è indicata per persone che attraversano una situazione di disagio psicologico in una dimensione significativa della propria vita e desiderano fare chiarezza su quale sia il percorso da intraprendere per ritrovare il proprio benessere.

Cosa succede durante il primo colloquio?

L’obiettivo è quello di conoscersi, delineare la problematica e individuare le possibili soluzioni o, se la situazione lo richiede, progettare un percorso psicologico, ovvero stabilire un obiettivo da raggiungere, tempi e modalità di lavoro.

Quanto costa una consulenza?

Le tariffe sono stabilite sulla base del Tariffario degli Psicologi Italiani, e come previsto dall’art. 4 del suddetto tariffario per la determinazione dell’onorario si terrà conto:

a) della complessità della prestazione richiesta;

b) dell’urgenza della prestazione;

c) della situazione sociale e la condizione economica del cliente.

Per ogni incontro effettuato viene rilasciata regolare fattura sanitaria e pertanto il costo degli incontri è detraibile ai fini fiscali (vedi detraibilità fiscale).

Quanto dura una psicoterapia?

Non è possibile definire a priori quanto dura un percorso psicologico o una psicoterapia. È necessario conoscere la persona, le sue risorse e la situazione problematica.

È mia convinzione che una psicoterapia, per potersi definire efficace ed efficiente debba portare non solo alla risoluzione del problema, ma farlo anche nel più breve tempo possibile permettendo l’instaurarsi di un nuovo equilibrio, più funzionale al benessere, che duri nel tempo.

Il primo colloquio, generalmente, aiuta a capire quale sia il percorso più adatto a te.

Qual è la differenza tra psicologo, psicoterapeuta e psichiatra?

Lo psichiatra è un laureato in Medicina che ha ottenuto la specializzazione in Psichiatria. È abilitato all’esercizio di professione di medico, regolarmente iscritto all’Ordine dei Medici. La specializzazione in psichiatria lo abilita automaticamente all’esercizio della psicoterapia. Inoltre, in quanto medico, se lo desidera, può accedere, ad una scuola di specializzazione in psicoterapia. Tale figura professionale è abilitata a prescrivere farmaci.

Lo psicologo è laureato in Psicologia. Dopo la laurea ha effettuato un tirocinio di un anno, e ha sostenuto con successo l’Esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di psicologo. È iscritto all’albo A dell’Ordine degli Psicologi della sua regione.

“La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito.” (art. 1 Legge 56/89)

Lo psicoterapeuta è uno psicologo, o uno psichiatra, che ha conseguito una specifica formazione professionale (successiva alla laurea) di durata almeno quadriennale, presso scuole pubbliche o private riconosciute. L’abilitazione all’esercizio della psicoterapia avviene ai sensi dell’art. 3 della Legge 18 febbraio 1989 n.56.”

In Italia, dunque, sono autorizzati all’esercizio della psicoterapia lo psicologo oppure lo psichiatra, abilitati all’esercizio della propria professione, che abbiano completato con successo una specializzazione quadriennale in psicoterapia.

Come faccio a sapere che il professionista a cui mi sono rivolto è veramente qualificato?

Per vedere se un professionista è regolarmente iscritto all’albo della Regione Veneto e per sapere se è anche psicoterapeuta clicca qui.

Se la persona non risulta iscritta, puoi controllare sul sito dell’Ordine Nazionale Psicologi se è registrata in albi di altre regioni italiane.